Monoposto 1100-1500


Motore: anteriore disassato rispetto all’asse longitudinale; derivazione Fiat 1100; monoblocco in ghisa, testa in lega leggera dal 1949 di produzione Stanguellini; monoblocco in ghisa, testa in lega leggera

Cilindri: 4 in linea

Alesaggio e corsa: 68 x 75 mm

Cilindrata totale: 1089 cc (dal 1949 anche 1400 cc mediante aumento dell’alesaggio)

Potenza massima: 90 CV a 7.000 giri/minuto

Lubrificazione: forzata a carter umido con pompa di mandata

Raffreddamento: ad acqua con circolazione forzata

Distribuzione: ad aste e bilancieri con albero a camme laterale nel basamento dal 1949 2 alberi a camme in testa azionati da catena

Alimentazione: 2 carburatori Weber doppio corpo

Accensione: singola con batteria e spinterogeno o magnete

Frizione: monodisco a secco

Cambio: a 4 rapporti e retromarcia

Telaio: tubolare con longheroni e traverse di irrigidimento

Sospensione anteriore: a ruote indipendenti con triangoli trasversali inferiori e balestra trasversale superiore, ammortizzatori telescopici idraulici dal 1950 a ruote indipendenti con bracci triangolari trasversali, molle elicoidali e ammortizzatori telescopici idraulici coassiali

Sospensione posteriore: a ponte rigido con balestre longitudinali e ammortizzatori idraulici dal 1951 a ponte rigido con bracci longitudinali di spinta e reazione, molle elicoidali, ammortizzatori telescopici idraulici coassiali, ancoraggio trasversale con cavi metallici

Freni: a tamburo sulle ruote

Passo: 2.260 mm

Carreggiate: anteriore 1.210 mm; posteriore 1.210 mm

Pneumatici: anteriori 5,00-15; posteriori 5,20-15

Carrozzeria: monoposto in alluminio (a richiesta trasformabile in biposto con parafanghi di tipo motociclistico per la categoria Sport Internazionale)

Peso a secco: 450 kg

Periodo di produzione: 1948-1951